Navegasion Cinema.png

Giorgiomaria Cornelio (14 Gennaio 1997) e Lucamatteo Rossi (3 Dicembre 1996) hanno fondato nel 2016 l’atlante Navegasión. Lo stesso anno hanno presentato il loro primo film “Ogni roveto un dio che arde”, proiettato alle 52esima edizione della Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro, al Laterale Film Festival, al Festival Internazionale Cinematica e vincitore del premio speciale ISPEC CINEMA Locarno 2016. “Ogni roveto un dio che arde” è stato inoltre incluso nella selezione dei Rencontres Internationales Paris/Berlin 2018. In corrispondenza con il loro secondo lavoro, “Nell’’insonnia di avere in sorte la luce”, hanno curato l’esibizione “Come tomba di un sasso, come culla di una stella”, ospitata alla galleria Philosofarte, al Pesaro Film Festival, al Marienbad Film Festival e al Trinity College di Dublino, dove entrambi studiano. Tra le altre collaborazioni si segnalano la performance ”Playtime”e la mostra “Young at heart, older on the skin ”, entrambe curate da Franko B. Nel 2019, tengono un Openshop alla Dublin Science Gallery, presentano un'installazione all'Asolo Film Festival e al Richmond Center for Visual Arts (Western Michigan University), e inaugurano la loro ricerca teatrale con il primo studio di Elagabalus, durante la rassegna Amat “Crisalidi: emergenze in atti”.  Giorgiomaria Cornelio cura infine il catalogo online di ricerca cinematografica “La camera ardente” (The burning Camera), ed è anche scrittore: i suoi interventi sono apparsi su “Doppiozero” “Le parole e le cose”, “Il Manifesto”, “Il Tascabile”, “Minima e Moralia”, “Nazione Indiana”, di cui è anche redattore. Nel 2019 ha vinto il Premio Opera Prima (Anterem) con la raccolta La Promessa Focaia, ed è finalista al premio Montano e al Premio Bologna in Lettere.